TRENO… di ritorno 8

PAROLE AD UN’AMICA

-ACQUA-

Parlami del mio lago
in questa notte solitaria
che sembra non finire mai.
Raccontami di allora
dei sogni che furono
e che non sono più.
Sussurrami del lento
infrangersi delle onde sulla riva ghiaiosa
e di quell’acqua dolce
forse un po’ melmosa,
ma così familiare.
Rammentami la calma e la pacata
lentezza dello scorrere della vita
distesa fra l’onde
di questo lago
rimasto per sempre allagato nel cuore.
Parlami del lago
parlami di allora
in una lenta e molle
cantilena che mi culli
per conciliarmi al sonno.
Quest’acqua di mare è ormai
troppo salata, per me.

P.S: fuochino, fuocherello? acqua, acqua, acqua.

 

Annunci