Archivi per il mese di: novembre, 2006

TRENO… SOSPESO

E questo silenzio
che rimbomba come un’eco
m’invita
a racchiudere i pensieri
sospesi 
in un angolo di me.

P.S: un GRAZIE a tutti e un arrivederci, chissà… forse a prima-vera?

 –ma dove li racchiudi? non lo so, proprio non lo so-

.

.

.

.

P.S: per il 25, il 26, il 31 dicembre 2006 e il 1 gennaio 2007

( e per la befana… no?quale imperdonabile dimenticanza :-))

Sereni  giorni di festività a tutti con l’augurio che questi giorni non siano troppo dissimili a come li avete sognati e desiderati:-)

un sorriso trasparente e un GRAZIE!

Annunci

TRENO…  SEROTINO

Una rosa serotina
è sbocciata indolente
fra i cespugli dell’orto.
Bianca nella sua eleganza,
cristallizzata nell’aria gelida,
splende opaca
velando,
illusa, per poco,
la Luna.

P.S: c’è luna e luna… già…

TRENO… COME PASSA INESORABILE IL TEMPO

Oggi sono due anni di Blog. Tempo di bilanci? Non so, di solito si sostiene che sia meglio non trarre le somme, forse per non vedere la realtà per quello che è . Ma ci voglio provare a costo di essere cinica e poco ironica. Fa bene alla salute fisica e mentale, per me, ovvio.

Enumero senza un ordine di priorità…

1-Ho iniziato questa "avventura" un po’ stupita, curiosa, senza sapere che scrivere, come tutti quelli che non hanno un progetto in testa. Progressivamente ho cercato di seguire quello che naturalmente mi risultava più spontaneo, in modo forse istintivo. Mai pensato due volte.

2- Ho notato che scrivere in versi ( mai scritto in versi prima di questa esperienza del blog) mi risultava più facile e meno impegnativo, poco tempo da dedicare -non più di cinque minuti fra stesura e battitura sulla tastiera, quando scrivo direttamente al pc il tempo si dimezza- . Scrittura quasi di getto ad eccezione di forse due o tre post scritti in prosa, come questo che sto digitando ora  direttamente e non so se cancellerò o avrò il coraggio di postare. ( il post più impegnativo come tempo di battitura è stato quello sull’indagine relativa al risotto… 🙂

3- Del blog ho sempre, tempo permettendo, ricercato la convivialità, il ritrovarsi virtualmente insieme a parlare/leggere, a condividere con i commenti , forse a sorridere o a provare compassione insieme. Se c’è un rammarico è, a volte, non aver avuto il tempo per rispondere con la dovuta attenzione a tutti e il dispiacere di aver perso contatti, per distrazione . Mi scuso di questo.  

4- Credo di avere quasi spento la TV e preferire la lettura dei blog, e ne ho trovati di interessanti ed instruttivi ( ho anche appreso e ringrazio per l’opera di innalzamento culturale, per tutti gli argomenti, dalla cucina alla letteratura, alla musica, alle scienze, all’arte ecc.), di sereni e distensivi, di giocosi e rilassanti, di divertenti o irriverenti, comunque tutte manifestazioni dell’io che vi soggiace e per questo da leggere con attenzione.

5- E così… ho riletto il mio  :-))   Che dire? Mi sono sorpresa nel ritrovarmi completamente, sono proprio così nel bene e nel male,forse un po’ ingenua, sognatrice e realista al tempo stesso, illusa e disillusa, ma… quello che mi ha maggiormente spaventata e preocccupata è che è un blog del tutto "narcisista"!!! Parlo solo di me. Sempre tutto parte dalla mia realtà, da quello che io provo o sento o vivo. In questo blog io sono nuda. Sono l’io di sempre. E ogni scritto che ora rileggo, anche se datato mesi o anni fa, è identico a come sono ora, felice o triste: non c’è stata evoluzione o crescita? Statica? Non so se questo sia positivo. In questi due anni in cui questo "tutto" è rimasto uguale ci sono stati due aspetti che si sono modificati: ho abbandonato il colore nelle lettere dei post, ho provato il disincanto dell’amicizia. Che dire… è la vita?

Che ha dato a me questo blog? E’ stato fino ad ora un rifugio, un luogo tutto mio, nessuno del mondo reale ne conosce l’esistenza, nessuno del virtuale conosce la mia password, nessuno può dare notizie di me o scrivere qui se non io. Non ho tenuto nessuno degli scritti che qui compaiono; non ho salvato nulla su dischetto nè trasferito su altri siti; ho qualche foglietto sparso su cui ho scritto qualche verso postato o non postato, ma tutto è in disordine e non so più nemmeno dove siano questi stracci di carta, forse buttati. Tutto è nelle mani di Splinder :-))

Ad una cosa mi è servito realmente questo blog: riordinare il dolore, sgrovigliare matasse di fili di dolore e sofferenza e stendere questi fili in modo piano, lineare per rileggere e capire o accettare. E sono state parole di pianto. E di sorrisi silenziosi. E di silenzi.  ( e di guizzi di ironia, più o meno amara o senza senso, a volte demenziale, perchè…perchè non si può essere pallosi o troppo lagnosi, ecchediamine! … )

Ringrazio le parole amiche che mi hanno fatto compagnia nei commenti; è vero…a volte una semplice parola è tutto:-)

Ma… ma che cosa di questo mondo virtuale, di questo blog rientra nella mia vita reale? Ci ho pensato un po’… non vorrei essere cinica, ma credo proprio nulla. Sono due mondi separati. A volte mi sembra di parlare da sola a me stessa. E il postare cos’è? Niente di nuovo. Riflettevo proprio ieri, mentre osservavo il sole e il cielo; è solo una modalità diversa di questo cervello e di questa mente che non smettono mai di "postare" , solo che ora qualcosa salvo con il blog, si fa per dire, qualcosa rimane; prima, da sempre, erano parole al vento e nel vento della mente. Servirà a qualcosa questo fermare scritto su carta ( foglio elettronico) che, per fortuna, non costa nè carta nè inchiostro? Non so.

E ora l’intelligenza, se un poco n’è rimasta, suggerisce che si dovrebbe concludere questa pagina, già troppo lunga da leggere. Ringrazio allora chi mi ha avvicinato a questo mondo, un particolare grazie, di cuore, così come ho scritto nel primo post di questa "avventura" a tutti coloro che transitano da qui.      Una cioccolata calda?:-)

un sorriso    Veradafne

P.S: non posso smentirmi e non scrivere un P.S., ma questa volta è un fatto proprio accaduto a me, eheh; ho postato il primo post ( che ripetizioni!!) il giorno dei morti; apertura del blog: giorno dei morti!! Qualcuno nei commenti ha notato la strana coincidenza, forse antitetica Morte/Nascita, e me ne ha chiesto il motivo… bè che dire ad un certo Hankhank che poneva la domanda? e poi una domanda così stimolante/acuta? non ricordo più che commento "intelligente" gli ho digitato…ma non potevo subito svelare la mia imbranataggine al pc!!!  …in realtà avevo iniziato a scrivere il post nei giorno dei Santi ( l’idea era carina…no?), ma per continui sbagli di battitura e cancellazioni da parte di Splinder (GRR!) ho finito di postare nel giorno dei morti!!! 🙂