TRENO…AL CALDO

E’ estate. Fa caldo.
E’ una certezza.
Non piove.
Anche questa è un’altra certezza della vita.
Nell’orto a chiazze quasi sbiadite
di un giallino e verdino esangue
ho inaffiato il pero, il ciliegio, l’albicocco e il pesco.
Alla fine ho innaffiato anche me. Dalla testa ai piedi.
Ma non ho trovato le mie radici
ed è stato uno spreco d’acqua per nulla.
Senza radici e senza pali di sostegno
mi sono seduta a terra
fra i sentieri dei percorsi consumati delle formiche.
Le ho osservate a lungo
con gli occhi di Gulliver…

P.S: e ti va già bene se non ti sei seduta sul formicaio…assalita e legata dalle formiche…

 

Annunci