Archivi per il mese di: aprile, 2006

TRENO…" QUALIS"?

" Sum autem res VERA, et vere existens; sed qualis res? Dixi, cogitans.   …  Sed igitur sum ? Res cogitans. Quid est hoc? Nempe dubitans, intelligens, affirmans, negans, volens, nolens, imaginans quoque, et sentiens. "

.

P.S:…ma che leggi Veradafne? leggi e sfogli delle carte?…???… eheheh, sì…  CARTE-SI-OHHH!!!! ;-)))

(impegni di lavoro mi hanno tenuta lontana dal blog; grazie dei passaggi e  appena posssibile passerò a salutare:-)

Annunci

TRENO…TI  CHIEDI…

Ti chiedi, a volte,
da dove provenga
quell’impulso
imperioso e prepotente
di voler essere felici
anche quando tutto sembra negartelo.
E senza sembra.
Incontrollabile
e per questo preoccupante
è un bisogno di gioia
che traveste e travolge…
perchè questa
è l’unica vita che hai da vivere,
perchè il sole sorge ogni mattina anche per me,
perchè la nuvola lilla l’ho vista io,
perchè le fragole rosse sono io che le ho piantate,
perchè i sorrisi sono i miei,
e sorrido.
Perchè la Vita si vive
prima di tutto con se stessi.
( c…o!!! )
.

P.S: la Revisione Controllo Scrittura invita cortesemente a cancellare l’ultima riga del post, grazie.

" ecchissenefrega"!

-La  Revisione Controllo Scrittura , dopo aver letto la risposta, sollecita cortesemente e garbatamente a cancellare la risposta pervenuta e l’ultima riga del post, grazie.

"……………….!!!!!!!!!!!!!!! )

-La Revisione Controllo Scrittura notando che non sono pervenute ulteriori risposte ritiene sia stato risolto il problema, grazie.

" Esatto, proprio così… " ritiene sia…", molto bene… ritenesse anche qualcosa d’altro oltre alla ritenzione del cervello!!!"  

  firmato: veradafne un po’ sfumacchiante … ( succede…)


TRENO…..DI SEMPRE

Una nuvola lilla
si è posata in fondo all’orto
fra rami di ginestra
e di mirto selvatico.
E’ il glicine
che sornione
in questa primavera tardiva
ha indossato l’abito di sempre…

.

P.S: è un abito che non segue la moda, la anticipa… e in anticipo Vi auguro una serena  Pasqua fra gli affetti più cari  😉

 

TRENO…SENZA SAPERE

Costruzione di parole
come impalcatura
di pali appuntiti
roteanti e brucianti,
tizzoni ardenti all’apice puntuto,
da conficcare
senza ritegno
nel pensiero dell’esistere
senza tregua o senza spasmo,
orgasmo di angoscia
reiterata oltre misura
senza decenza
senza chiedersi
senza sapere
il come o il dove
la sorte colpirà…inesausta.

P.S:… e i sottotitoli con traduzione? che tasto cliccare, prego!??…si consiglia il 777 per non udenti e lo OOO per non vedenti, per abbreviare il tutto si consiglia  di cliccare lo: "007" e lo si trova in varie versioni, mai dire mai…



TRENO…PIOVE

E’ primavera. Così è scritto.
Ma piove, piove, piove.
Un colar di colori
che si mescolano e si fondono
in rigoli sottili di mescolanze, scialbe e sbiadite,
di rossi, di gialli, di verdi e d’azzurri.
Tutto si ingrigisce nello scorrere
di un rivo sommato di parole-suoni-immagini
che colano.
Petali sparsi galleggianti sulla mistura
forse ancor non putrida
in una "damnatio memoriae"
che…clop, clop, clop…
scivola via
deformata e aderente alla forma spigolosa
o smussata della Vita
per convogliarsi in una
cloaca, di certo massima.

P.S:…posterei un quadro di De Chirico….a scelta:-)

ma tu l’hai mai vista la costruzione di una cloaca? è un’architettura ingegneristica straordinaria, tutta questione di livelli e non solo…

TRENO…SCRIVERE

Scrivere parole
al profumo di primavera:
ho piantato fragole
verdi
con corolle esili di fiori
bianchi.
Le osservo e le curo
nell’attesa che
s’arrossino.

P.S: …nell’attesa ogni colore ha sfumature variegate, miriadi di tonalità…