Archivi per il mese di: marzo, 2006

2° parte, seguito del precedente : TRENO…CHE PENSA… ( davvero?)

La vita è fatta di antitesi.
Non si conosce appieno se non per antitesi.

Non si conosce il DOLORE se non si è sperimentata la Gioia.

Non si conosce la GIOIA se non si è passati attraverso il Dolore.

Ecco perchè l’ "Inno alla Gioia"… e canto sommessamente  ….

P.S: …ora anche un treno filosofeggiante dobbiamo sorbirci? e il vagone ristorante dov’è? ;-)) 

TRENO…MUSICALE

Sapessi inserire una musica di sottofondo sceglierei l’ "Inno alla gioia" di Beethoven. 

  Non lo so fare. Posterò le parole che canto spesso sommessamente al suono di questa musica in testa…   prova anche Tu a far silenzio totale nella stanza e a cantarle con tutte le cellule del corpo;-)))

" Gioia figlia dell’Eliso dea dei carmi dea dei fior, il Signore ti conduce per sentieri di splendor….il tuo passo asciuga il pianto, scioglie l’ira, fuga il duol…de’ ( ?)…SORRIDI a noi d’incanto primogenita del Sol…" :-)))

P.S: l’ho imparata in 2° media; ringrazio la mia insegnante di musica che ce ne ha fatto dono.

Ci sono canzoni che ti prendono per mano e ti accompagnano sui sentieri della Vita…

TRENO….RAMI DI PESCO

Una pioggerellina sottilmente persistente
bagna ciò che già fradicio
al pallido sole primaverile
si desta.
Un ticchettare incessante
fruscio di sottofondo
umido e grigio
aria pesante sul respiro faticoso
stagnante a metà
fra cielo plumbeo e terra inzuppata.
Un gabbiano fugge via veloce:
un volo planato in cerca di sole.
Ma che primavera è mai questa?
Primavera per pochi soldi…
Ti offro un ramo di pesco? Vuoi?

P.S: con questo post mi è ritornata in mente la poesia "Rami di pesco" di Ada  Negri; l’avevo studiata alla scuola media ; ricordo a memoria l’inizio…: " Ferma al quadrivio mentre piove e spiove…" .. e poi?  non mi sovviene più… Qualcuno la ricorda?


TRENO…"non è ver che sia la morte il peggior di tutti i mali"

.

Questo blog è andato in tilt.

Troppo complicata e faticosa la vita, amaramente.

Troppa ricerca di vani momenti di serenità con  questo blog…

Un po’ di riposo…

non servono commenti, grazie a tutti e un sorriso

( quando tornerò passerò a salutare)

.sbaglio..prova…come si cancella?

già..avevo scritto un post per sbaglio, ieri sera, quando il blog sembrava scomparso, poi, ricomparso il blog dopo alcune ore…avrei voluto cancellarlo…ma è stato possibile cancellare solo il contenuto e non il contenitore; che strana coincidenza …non sono stata in grado di eliminare la data 10 marzo ( stessa data del 10 febbraio). Forse ora ho capito cosa cliccare, ma eliminerei anche i commenti e , per rispetto di chi è passato, lascio tutto così com’è…

A volte, nella vita, si può solo attendere e non agire è l’unica scelta possibile , si evita di fare danni ulteriori…ma com’è faticosa l’attesa, l’attesa che il tempo scorra….anche ora…e non certo per il post…già…sarà quel che sarà… ðŸ˜¦

TRENO…IN  TRANSITO

.

Soliloquio-vaniloquio
VANILOQUIO-SOLILOQUIO
vani soli
loquio
eloquio
" e-lo-qui-o"

se sposti la "o",
per la proprietà transitiva
dei transiti ferroviari ,
diventa
" eolo qui "
già
che vuoi che sia…
sempre VENTO è!

P.S: …dato il troppo vento, imperioso e imprevedibilmente scomposto, è bene non regalare mimose, delicati batuffoli gialli, alla stazioncina, grazie…


TRENO…INCOLORE

.

Non ho trovato alcun colore vivace
per ridipingere la stazioncina.

Nulla è mutato.

Se mi è parso di scorgere
in lontananza/vicinanza
qualche coriandolo variopinto…
non ho potuto prenderlo.

Nulla è mutato.

Solo il vento, turbinando veloce,
ha spazzato via  il tempo…
solo un po’ di Tempo colorato di silenzi.

P.S: grazie dei passaggi, ma così numerosi sono pesanti da trasportare…e i treni sono ancora in manutenzione;-) si farà il possibile…