TRENO…SEDIA

.

Sedia.

Sei una sedia.

Quando mi hai detto così quasi ci resto anche male.

Sedia, sei una sedia.

Che complimento!

E chissà che sedia , poi,…sarò per te.

Magari potrei essere una ricca sedia del XVIII secolo,

o una Luigi XIV, o una Luigi XVI,

o una in stile impero oppure una arzigogolata rococò.

Ma non credo sai…

Penso di essere una sedia senza tante pretese

tagliata con l’accetta da qualche falegname , artigianale,

ma una sedia solida,

semplice e lineare,

dove ti puoi sedere senza traballare.

Chissà…che in realtà

tu non mi abbia fatto un complimento.

E allora vieni a sederti un po’

sulle ginocchia di questa sedia.

.

P.S:…ma si possono prenotare anche tavoli, sgabelli…??? dovrei sistemare il giardino.

Annunci