TRENO…DI CINQUE MINUTI

.

A MIA MADRE

.

Cinque minuti.

Cosa sono cinque minuti nell’arco di un’intera vita?

Nulla e tutto.

Per la seconda volta ho sbagliato.

Avrei dovuto sedermi accanto a te,

 prenderti la mano, accarezzarla piano,

per non far male a quelle ossa consumate e ormai stanche…

Avrei dovuto sfiorarti i capelli,

come avevo già fatto mille altre volte…

Avrei dovuto sorriderti e dirti: " Coraggio, su, non temere…io sono e sarò sempre con te."

così come tu …mille volte con me…

Ma non ho avuto il coraggio di stare ferma e lasciar passare,

in silenzio, in spasmodica attesa,

quegli interminabili cinque minuti.

Ti sarebbe bastata solo qualche manciata di secondi

per danzare, finalmente libera, il tuo ballo più armonioso…

Ed ora una profonda angoscia non mi dà pace…

non mi dà pace…

.

P.S:……:-)))

avrei dovuto avere il coraggio di lasciarti morire)

Annunci