Archivi per il mese di: aprile, 2005

TRENO…CON NASTRO TRASPORTATORE

.

Provare emozioni adolescenziali

quando adolescenti non lo si è più…

Provare gioia sospesa

solo all’ascolto di parole

selezionate fra mille che si potrebbero usare,

ma che non si usano…

Provare stupore

nel percepire il gusto dell’attesa

anche quando il tempo dell’ora è già trascorso…

Provare malinconia

per la mancanza di questo niente appena sussurrato..

Provare che ci sei

e che esisti anche così…

in un abbraccio di cuori

uniti dal nastro trasportatore,

sulla pedana mobile di un arcobaleno

che scorre, colore dopo colore,

da te a me…da me a te…

.

P.S:….ehmmm…beccata…ti piace salire e scendere le scale mobili ai centri commerciali!!:-)))

TRENO…STAMPATO

.

Sulla maglia bianca

candida come un foglio vergine,

stampato bene in evidenza,

con contorno nero

un cuore

grande

ben sagomato

che pare pulsare

al tuo respiro assorto.

Rosso, rosso fuoco,

vermiglio,

con colori gettati compatti e densi

usando le dita,

le mani

per tastarne lo spessore

la cremosità

inalarne l’odore d’acrilico

nell’illusione fugace

di tenere quel cuore fra le mani…

.

P.S:..sei contro la vivisezione, vero?:-))…ho capito, stai usando l’Argento, quello di Dario! ( Dario Argento:-)))

TRENO…CON RONDINI

.

Anche stamattina

affacciata alla grande vetrata

ho visto volare  non gabbiani,

ma rondini…

Garrule e festose

nel loro piroettare libero

spaziavano nel cielo limpido

veloci ed instancabili, senza meta definita,

disorientandomi 

e mostrandomi ora il bianco ora il nero

del loro lucido piumaggio.

Così mi è parsa la mia vita

un bicolore deciso

che non trova conciliazione

e neppure riesce a volare felice.

Rivoglio la mia tavolozza,

con tutti i miei colori…

.

P.S:…bianco e nero, rosso e nero, blu e nero, magari anche un po’ di viola… ma per che squadra tifi?…ma per gli azzurri!!! già ci capisco così poco!:-)))

 

TRENO…FRA LE NUVOLE

.

Simili a nuvole

si rincorrono, si raggiungono,

si scontrano,

si distendono, si dissolvono

i miei pensieri…

Come nuvole

scorrono veloci senza meta

in un cielo infinito…

confusione serena

disorientato affastellarsi

del prima e del poi…

del se e del ma…

in un tempo amico, nemico,

perenne tiranno…

.

P.S:…eheh,…questo reo tempo!:-)))

TRENO…CHE RIDE

.

Tu soffri il solletico, lo so,

anche se lo neghi deciso,

ma ridi appena ti mostro un solo dito…

e ti guardo fisso negli occhi,

come un gatto in attesa della sua preda…

movenze ovattate,

vellutate,

sorrisi ammaliatori,

poi ecco,

un attimo di distrazione

e ti solletico

con gioia il pancino…

sì, sì, sì…tu soffri il solletico,

lo so…e ancora dici no!

.

P.S:…anche tu soffri il solletico o fai finta di no?…ti vedo già ridere un po’:-)))

 

TRENO…IN CAMPAGNA

.

Un fazzoletto di terra

per piantar tulipani

giacinti dal profumo intenso

e pregnante come calicanto…

Un lembo d’orto per legnoso rosmarino

salvia verde fiorita

basilico odoroso, maggiorana fresca

semi di sesamo, peperoncino piccante,

aglio e olio…

un po’ di sale, vuoi?

…e insalatina tenera tenera

che si scioglie fra le dita?

.

P.S:… ma che orticello stai coltivando?…ora contadina?…sì…"Poeta contadino"…musica splendida di un’ouverture piuttosto famosa…( Offenbach?)…ma non so postare la musica:-(((

TRENO…MA QUANTO PESA?

.

Centinaia di parole, parole nude

quintali di emozioni, di attese, di amore

tonnellate di angosce, di disillusioni, di malinconie

un numero elevato all’ennesima potenza

di sogni impotenti

e un granello,

un minuscolo granello

la Vita

che scorre in un attimo

inconsapevole

del suo fulmineo passaggio

nel suo guardarsi indietro sorpresa

per scoprire che è già trascorsa…

Un granello di Vita

gettato su un arenile ancora disordinato

di una qualsiasi spiaggia

d’inverno…

.

P.S:…sì…però che c’è di meglio del camminare silenziosi su una spiaggia dismessa al tepore leggero del sole sul mare d’inverno?

…ma c’è l’alba o il tramonto sul mare d’estate.. o no?…e la luna rossa che compare all’improvviso nel suo sfacciato splendore?…rossore..direi…anche la luna arrossisce un po’ come me…

TRENO…ACCESSORIATO

.

…ma fa freddo, sai…

tanto freddo

vento gelido

sferzate improvvise

sul naso congelato

sulle mani intirizzite

su un cuore ibernato…

.

P.S:…ma in che epoca vorresti essere "scongelata"?

Tra poco arriverà l’estate; sei forse finita sul vagone "Freezer" trasporto ghiaccioli?

TRENO…VORTICOSO

.

Oh, chicco di riso

dov‘ è la linea delle risorgive

presso cui ho posto la mia anima?

Come una banderuola

spinta da vorticoso vento

ho perso l’orientamento…

.

P.S:…"chicco di riso" è un post dell’11 gennaio ’05, e quello di oggi è la seconda parte.

… ora il treno va avanti e indietro come i gamberi?.. 

( ringrazio dei commenti, passerò appena possibile a salutare)

TRENO…IMMOBILE

.

Immobile.

Trasognata, forse.

Sicuramente muta.

A tratti respiro.

Nemmeno penso,

ma ti vedo

nitidamente

avanzare, inarrestabile

con la tua mole, enorme.

Non ti temo perchè ti conosco,

altrimenti urlerei e fuggirei.

Ma sto ferma a guardare.

E’ impossibile che tu non ti fermi.

Frenerai, sì, frenerai prima di travolgermi,

di schiacciarmi come un niente.

O non freni?…

Paralizzata e ingessata dallo stupore

dal non ammettere la realtà

attendo…

non vorrei fosse il "mio" miglio verde…

.

P.S:…ma dove sei finita? sulla corsia "lavori in corso"?…si prega di velocizzare i lavori onde evitate agonie…