TRENO…davvero…SPECIALE…

PETTIROSSO

Ha  voltato il capino come per guardarmi,

il becco sottile, l’occhio vispo,

il petto rosso-scuro, quasi color marrone.

Zampettava deciso fra una foglia e l’altra

in un anonimo giardino di città,

fra il rumore delle macchine,

la frenesia del traffico,

l’indifferenza dei passanti.

Ma l’ho visto,

per un attimo,

curioso e spiritoso, in livrea festiva,

nel suo essere così fuori luogo..

E se n’è volato via

come un sogno impaurito…

.

P.S:  Pettirosso?…ma li vedi proprio tutti tu!..e gabbiani, piccioni, passeri, moscerini, per non parlare di stornelli!…  ma che ci posso fare…se mi capitano davanti agli occhi…   vuoi che cammini come fossi cieca?… ….  già mi pare di essere nel mondo dei sordi, in questa realtà virtuale!  …sordi leggenti!..e chissà che voce hai " tu " che leggi in questo momento: rouge-gorge; rouge-gorge…( mi piace la parola pettirosso detta in francese, ha una  " r" paRticolaRe… :-))))))

Annunci