TRENO…CON UN CHICCO DI RISO…

Poter  cullare, grande come un chicco di riso,

un cantuccio di serenità e di gioia…in questo tempo,

in questa realtà sofferta,

in questi anni di lacerante accettazione del dolore,

in contrasti non conciliabili,

in angosce quotidiane fra sogni e realtà,

in cedevolezza pensosa,

in stridenti moti di scelte e di rinunce,

ma avere un cuore che si disseta ad una fonte,

inesauribile, di acqua pura…

Sulla linea delle risorgive ho posto la mia anima

come cerbiatta

che si disseta di serenità e di gioia…

P.S:…ma fai parte del gregge belante o della mandria mugghiante?…o altro?…forse altro…al mondo di fili di sogni:-))))

Annunci