TRENO CON….VENTO….


CIOCCO
E quando ti accorgi che il vento freddo dell’inverno


è troppo freddo per le tue ossa…


E quando ti accorgi che in limpidi cristalli di ghiaccio


si sono trasformate le tue lacrime sorridenti


fra l’angoscia ed il sogno, la realtà e l’immaginazione


in un’antitesi inconciliabile di battaglie e di sconfitte…


che fai, sì…che fai?


Non infilo collane con per perle di ghiaccio


non mi addobbo di false gemme


preferisco essere uno spoglio albero battuto dal vento


diventato, alla fine, un ciocco scoppiettante


per un caldo caminetto.


P.S:…e quanta legna riusciresti a produrre?:-)))


Annunci